Lo sport aiuta a perdere peso, aiuta a controllare il miglior stato psicofisico.

Lo sanno tutti pur tuttavia, si riscontra un accanirsi a questa come unica soluzione per perdere peso. Ci sono, tra l’altro, alcune discipline aiutano molto a bruciare calorie perché aumentando il metabolismo si riesce ad avviare quel processo di consumo per cercare di trovare la forma fisica tanto agognata. Ma non basta!

La verità è che bruciando le calorie, senza integrare con elettroliti e sali minerali, si sviluppano molti radicali liberi. Ecco perché, ad esempio, molti corridori, maratoneti, ciclisti e sportivi che fanno attività fisica intensa e prolungata assumono un aspetto spesso invecchiato, asciutto. Il loro consumo lede i tessuti e, senza un corretto ricambio idrico, il loro aspetto diventa deperito. Non si tratta di sarcopenia ma di vero e proprio catabolismo quindi praticamente risolvibile con sani prodotti di integrazione che riallineano il consumo calorico contro l’effetto dell’ossidazione delle cellule.

Inutile girarci intorno, l’attività fisica è indispensabile in qualsiasi programma di dimagrimento ma va di pari passo con l’alimentazione. Anche perché un motore ben alimentato, oliato, mantenuto correttamente funzionante ha di certo vita più lunga e resistenza. La stessa cosa vale per il corpo umano.

Quindi cosa significa dimagrire? significa togliere la massa dal corpo. Attenzione a non togliere la massa più importante, quella che rende il corpo perfettamente funzionale e funzionante: la massa muscolare. L’errore che spesso si commette è confondere il perdere peso col dimagrire ma gli effetti sulla salute possono essere importanti.

Per questa ragione il controllo dell’alimentazione diventa fondamentale e logicamente si regola con il tipo di sport che si ama esercitare. In ogni caso il frutto della combinazione tra alimentazione e sport deve mantenere muscoli tonici, né flaccidi né rigidi. L’equilibro corretto per aiutarsi e sviluppare un metabolismo sveglio, attivo per lo stato mentale e per la salute del corpo.

Hai quindi l’obiettivo di perdere peso e vuoi fare esercizi per dimagrire?

Scegli l’attività sportiva che più ti piace ma regolati bene per non stancarti, per divertirti e per ottenere i migliori risultati.

La corsa

È forse l’attività fisica più pratica, ricorrente e a portata di tutti. Il consumo durante la corsa è di 1 kcal/kg per ogni km. Per questa ragione una persona che pesa 70 kg, ad esempio, consuma circa 70 kcal ogni km.

Considerando che per il riscaldamento è dato proprio dalla temperatura corporea, per aumentare il consumo bisogna aumentare il tempo di durate dell’esercizio e la velocità, ottenendo così risultati più alti.

Non dimentichiamoci l’idratazione e l’integrazione dei sali minerali perché alzando tutti i valori della corsa, aumentano i battiti cardiaci, la circolazione sanguigna, la temperatura del corpo e l’idratazione si agevola parecchio l’insorgenza delle controindicazioni del consumo calorico e l’ossidazione cellulare.

Quindi la corsa è un ottimo modo per accelerare il metabolismo di base.

Il nuoto

Si dice essere uno sport completo ossia coinvolge tutti (o quasi) i muscoli del corpo. Come per tutti gli sport aerobici è importane che il nuoto sia equilibrato tra sforzo, resa e resistenza. Un eccesso di consumo provoca un affaticamento eccessivo e si è più facilmente portati ad interrompere l’attività in acqua.

Ecco perché è importante dosare lo sforzo, allungare la resistenza indipendentemente dallo stile che si sceglie in vasca. Il consumo calorico deve essere costante per avere i migliori benefici del nuovo. Man mano che la propria attività in acqua migliora, aumenta anche la velocità, diminuisce la fatica ed aumenta la necessità di integrare con gli opportuni sali minerali durante la perdita di liquidi tramite il sudore.

Il consumo in vasca è di circa 10 kcal/min. Per aumentare questo valore si possono provare diverse altre discipline.

Facciamo ben attenzione all’affaticamento e pensiamo sempre ad un buon recupero con un integratore nutrizionale adatto alla fine della propria attività.

Il tennis

E’ una disciplina favolosa, affascinante ma richiede particolare attenzione. A differenza degli sport aerobici (come la corsa ed il nuoto, ad esempio) il tennis ha parecchi momenti diversi durante il suo svolgersi. Strappi in velocità, intensità e tempi fermi rendono questa attività divertente ma rischia di essere anche poco applicabile se la scelta è quella di perdere peso. Diciamo che questa ragione è considerabile qualora la durata dell’attività superi l’ora di esercizio.
Il tennis è un momento di attività importante per l’entusiasmo che se ne scaturisce (se lo si ama) ed ha bisogno di una nutrizione attenta, piena di carboidrati nella  fase del “durante” con idratazione e un buon recupero muscolare di tipo proteico alla fine dell’esercizio.

Il ciclismo

Adatto a tutti! E’ un’attività che ti permette di consumare fino a 900-1000 kcal/ora.

Si coinvolge la parte del corpo che già da sola consuma più di tutti i muscoli nelle gambe: i quadricipiti. L’esercizio si espande coinvolgendo anche polpacci e glutei.
Si tratta di un’attività che ha molto riscontro anche per il suo lato di aggregazione. Tanto è vero che ci sono diverse associazioni che la sostengono in tutti i modi.

Non è necessario sviluppare il ciclismo da agonisti ma proprio a loro è bello ispirarsi. E con il cibo bisogna fare attenzione perché il ciclismo richiede molta energia per cui carboidrati ma non prendiamoli tutti dalla pasta. Facciamoci fare un bel piano nutrizionale e sfruttiamo l’integrazione naturale e funzionale per ottenere i migliori risultati, la miglior resa con questa splendida attività e il giusto compromesso tra consumo calorico e forma fisica!

CrossFit

Alta intensità è la parola d’ordine! Si tratta di una moda, una disciplina spettacolare e dura ma che prende parecchia gente di tutte le età ed indipendentemente dal sesso.
La sua intensità da la possibilità di andare oltre la perdita di peso ma si introduce nella costruzione della massa muscolare. Si tratta di un’attività pressoché anaerobica per cui il notevole sforzo che viene richiesto durante il suo svolgimento porta ad una richiesta di consumo da distribuire sin dalla preparazione quindi prima dell’attività stessa.

Questa è una ragione importante per farsi consigliare un piano nutrizionale adatto al CrossFit.